Il mio territorio


Il latte è l’alimento che ci accompagna fin dalla nascita. Ma è anche il più completo e ricco tra quelli esistenti in natura. Ed è la materia prima per produrre i prodotti derivati, oltre che per tante ricette.

Il nostro Paese porta avanti una grande tradizione nella produzione di latte e suoi derivati, i cui prodotti sono storicamente presenti nelle abitudini alimentari delle famiglie italiane.

L’attenzione alla salute ed al benessere, passa anche attraverso la conoscenza dell’origine, delle modalità di produzione, delle caratteristiche nutritive di questi alimenti, ma soprattutto delle giuste quantità legate ai loro consumi.

Di questa grande famiglia, il fiore all’occhiello è rappresentato dai formaggi, specialmente quelli a Denominazione di origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP) e Specialità Tradizionali Garantite (STG).

Sono prodotti di qualità, riconosciuti dall’Unione europea, originari di una specifica zona geografica, con caratteristiche uniche ed inimitabili, derivanti proprio dallo strettissimo rapporto con il loro territorio di produzione. Ogni formaggio Dop, Igp, Stg racchiude al suo interno materie di prima scelta, processi di produzione ben identificati, eco-sostenibilità e rispetto della biodiversità che li rendono differenti da tutti gli altri.

 

Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha realizzato un portale https://dopigp.politicheagricole.gov.it/it/home proprio dedicato al mondo dei prodotti di qualità, attraverso il quale è possibile conoscere, fra l’altro, le caratteristiche, la storia e l’ambiente geografico di tutti i formaggi italiani Dop, Igp e Stg.

Vi sono, inoltre, ulteriori formaggi legati alla tradizione del territorio, che rientrano nella categoria dei PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali), definiti dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e di Bolzano ed inseriti nei rispettivi elenchi.

È di fondamentale importanza però riuscire a collocare correttamente questi prodotti nelle abitudini alimentari di grandi e piccoli seguendo indicazioni semplici per una sana alimentazione, diversificata e senza eccessi.

Infatti, per adulti, ragazzi e ragazze, il corretto apporto è di tre porzioni settimanali di formaggio, di circa 100 grammi ciascuna per i prodotti freschi e di 50 grammi per quelli stagionati.

Per i bambini, invece, è consigliato il consumo di tre porzioni settimanali equivalenti a circa 50-70 grammi ciascuna per i formaggi freschi ed a circa 28-35 grammi gli stagionati.

Proprio perché le modalità di consumo e la grande varietà di questi prodotti non sempre è conosciuta, si realizza la Misura educativa di accompagnamento “il mio territorio”, in alcune scuole di specifici contesti territoriali.

I contesti territoriali sono quelli dove meno frequentemente gli alunni hanno occasioni di constatazione diretta e di vicinanza con i luoghi di produzione e corrispondono con alcuni dei comuni ad alta densità abitativa e urbanizzazione. Nelle scuole selezionate in ciascun contesto, in base alla disponibilità di risorse economiche, sono realizzate le degustazioni guidate di un prodotto locale, ognuna personalizzata per le classi individuate dalle scuole. In questo modo gli alunni sono coinvolti in un’esperienza didattico-sensoriale nella quale, oltre ad assaggiare e ricevere informazioni sul prodotto, possono interagire direttamente con esperti e soddisfare ogni loro curiosità.

Ultimo aggiornamento 16/11/2021

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X